Rete da pesca illegale e motore senza assicurazione: maximulta per un natante

La sanzione è stata elevata durante i controlli della guardia costiera nel porto di Viareggio

Una rete da pesca illegale lunga circa 500 metri e un’imbarcazione sono state sequestrate oggi dalla guardia costiera nel porto di Viareggio. Il sequestro è avvenuto alla banchina Natino, zona portuale dove stazionano le imbarcazioni da pesca appartenenti alla marineria viareggina.

Nel corso di una serie di controlli i militari hanno individuato un natante da diporto, ormeggiato senza autorizzazione alla banchina a bordo del quale era irregolarmente detenuta attrezzatura da pesca professionale (una rete da posta tipo ‘tramaglio‘).

Dai successivi accertamenti è stato appurato che il motore fuori bordo installato sul natante non era dotato di copertura assicurativa. Al trasgressore, per ora ignoto, è stata elevata una sanzione di 2mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.