Spari alle saracinesche dei negozi a Livorno, arrestato 65enne lucchese

In manette per la detenzione illegale di armi da fuoco. Si indaga su almeno 4 episodi: nel mirino negozi di stranieri e un Circolo Arci

Arrestato l’autore di alcuni colpi di arma da fuoco contro le saracinesche di alcuni negozi a Livorno: è di origine lucchese.

Già noto per detenzione illegale di armi da sparo, aveva in macchina una pistola Glock calibro 9×21 con  matricola abrasa e una pistola Beretta calibro 7,65 risultata rubata,  oltre a 95 cartucce calibro 9x 21. Un 65enne della provincia di Lucca, ma da tempo residente a Livorno, è stato arrestato dai poliziotti per detenzione di armi comuni da sparo.

Secondo gli investigatori sarebbe stato lui a sparare, come poi ha confessato al pm, contro le vetrine di alcuni locali del territorio. In particolare il 30 marzo avrebbe esploso tre colpi di pistola contro la saracinesca di un negozio gestito da un pakistano, altri tre il 19 luglio contro un market gestito da un bengalese e due il 2 agosto contro la saracinesca della sede del Circolo Arci.

Ha raccontato anche di due colpi d’arma da fuoco esplosi contro delle finestre di un condominio, senza però ricordare quando sarebbe avvenuto: gli agenti della scientifica, nel corso di un sopralluogo, hanno poi trovato una ogiva conficcata in un muro.

Al termine dell’interrogatorio, su disposizione del Pm, il 65enne è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le indagini sono in corso per chiarire i dettagli di tutti i fatti e il movente delle azioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.