Forte dei Marmi, divieto d’accesso di notte alla spiaggia libera

Contro vandalismi e assembramenti il sindaco Bruno Murzi firma l'ordinanza valida per tutto agosto

Il sindaco di Forte dei Marmi, Bruno Murzi, ha firmato un’ordinanza di divieto di accesso alla spiaggia libera durante le ore notturne che scatta domani e durerà fino al 30 agosto.

“Intendiamo – spiega – fermare fenomeni di assembramenti incontrollati che spesso sfociano in atti di vandalismo“. Il divieto vige ogni giorno dalle 21 alle 6 del mattino successivo e riguarda tutto l’arenile di Vittoria Apuana. L’ordinanza del primo cittadino intende anche evitare una situazione di emergenza sanitaria e di igiene pubblica.

“Sono sempre più frequenti e inaccettabili durante le ore notturne – afferma Murzi – fenomeni di afflusso di numerose persone che creano situazioni di assembramento incontrollato nonchè degrado igienico sanitario e pericolo per la salute e l’incolumità loro e dei fruitori della stessa spiaggia. Oltretutto la zona interessata anche riconosciuta come area protetta Anpil Dune di Forte dei Marmi. Spesso poi i comportamenti tenuti di notte lungo quel tratto di spiaggia sfociano anche in fenomeni di vandalismo, che provocano precarie condizioni igienico – sanitarie e pericolo per l’incolumità pubblica soprattutto in relazione alla libera frequentazione della popolazione durante le ore diurne”.

I contravventori saranno puniti a norma dell’articolo 650 del codice penale e ritenuti personalmente e civilmente responsabili dei danni che possano derivare in conseguenza delle loro trasgressioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.