Trovato morto in auto il primario di rianimazione dell’ospedale Versilia

Per Stefano Buzzigoli, 68 anni, inutili i soccorsi

Sanità in lutto per la morte improvvisa questa mattina, intorno alle 9,30, del primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale Versilia Stefano Buzzigoli.

Il medico, 68 anni, è stato trovato morto nella sua auto a Piano di Mommio, per cause ancora al vaglio dei sanitari. Inutile l’arrivo sul posto dei soccorsi. Non è stato possibile far altro che constatare il decesso.

Buzzigoli era stato in prima linea nelle settimane dell’emergenza Covid all’ospedale Versilia come già ai tempi della strage di Viareggio e negli ultimi giorni aveva partecipato all’inaugurazione di quattro nuovi posti letto al pronto soccorso.

Così lo ricorda la direzione aziendale dell’Asl Toscana Nord Ovest: “Ricordiamo di lui la passione, la competenza e l’umanità che giornalmente metteva a disposizione dei pazienti, dei collaboratori e dei colleghi, punto di riferimento anche per tutta l’azienda.  Qualità che ne hanno fatto un medico scrupoloso e di elevata professionalità.  In questo triste momento, la direzione dell’azienda Usl Toscana nord ovest rivolge la propria vicinanza al personale medico e infermieristico dell’ospedale Versilia e a tutti i familiari colpiti da questo grave lutto, ai quali esprimiamo le più sentite condoglianze”.

Buzzigoli, su invito del Comune di Stazzema, aveva letto l’articolo 32 della Costituzione per la maratona a Sant’Anna di Stazzema.

Anche Partito Democratico della Versilia esprime le sue “più sincere condoglianze per la scomparsa del dottor Stefano Buzzigoli alla famiglia e alla comunità versiliese tutta – si legge in una nota – Un professionista serio e preparato che dirigeva dal 2003 il reparto di rianimazione dell’ospedale Versilia. Buzzigoli aveva affrontato l’emergenza Covid, come la strage del 2009 di Viareggio, con grande professionalità e coraggio e non aveva mai fatto mancare ai pazienti e ai loro parenti la sua competenza, il suo sorriso e le sue parole chiare sulle diverse situazioni mediche. Al cordoglio espresso dalla Asl Toscana Nord ovest, dalle istituzioni, da tutto il personale medico e infermieristico, si associa quello della segreteria territoriale del Pd Versilia“.

“La nostra comunità perde un grande professionista ed ancor prima un uomo dalla carica umana straordinaria che abbiamo visto non solo in tanti anni di attività al Versilia ma ancora di più nel periodo più acuto del Covid-19”. Così interviene Massimiliano Baldini, responsabile enti locali della Lega per la provincia di Lucca. “Intendo esternare alla famiglia del dottor Stefano Buzzigoli, ai colleghi, agli operatori sanitari dell’ospedale Versilia – conclude – le condoglianze più sentite e la vicinanza di tutti noi per questa tristissimo evento”.

“Una notizia triste per l’intera comunità – dice l’onorevole di Fratelli d’Italia, Riccardo Zucconi – quella dell’improvvisa scomparsa del primario di anestesia e rianimazione dell’Ospedale Versilia Stefano Buzzigoli. Un medico esemplare di cui ricordiamo le qualità umane e professionali, emerse anche negli ultimi mesi durante l’emergenza coronavirus, distinguendosi per la sua professionalità, competenza e totale abnegazione. Alla famiglia le mie più sentite condoglianze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.