“Morto per Covid a Porcari”, ma è una fake news

Usato il nome di 'Lucca in Diretta' per veicolare un'informazione falsa: ma non finisce qui

Creatori di fake news in azione a Porcari. Sulla pelle delle persone fragili e usando in maniera indegna il nome della nostra testata.

È successo oggi, quando è iniziata a circolare una falsa notizia con un falso logo di Lucca in Diretta, senza titolo ma con una fotografia di uno dei contagiati da coronavirus sul territorio di Porcari. Poi alcune righe in cui si parla del decesso dell’uomo per la disperazione dei familiari.

Una notizia falsa che ha però rapidamente fatto il giro del paese, allarmando la famiglia dell’uomo e anche gli ambienti dell’amministrazione comunale.

Tutto falso e anche ricostruito in maniera molto approssimativa, ma abbastanza per mettere di mezzo una famiglia e una testata giornalistica, ogni giorno in prima linea per l’informazione tempestiva e corretta.

Ma chiunque abbia architettato, anche solo pensato una azione di questo genere, oltre che vergognarsi (state proprio male, fatevelo dire) potrebbe doverne rispondere anche in sede legale. Perché non siamo disposti a farla passare liscia a chi specula sulle malattie, sulle difficoltà e sul dolore. E nemmeno a chi infanga non solo il nostro marchio e il nostro nome ma anche il lavoro di chi gravita intorno a Lucca in Diretta e in generale la professione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.