Morto il 74enne di Porcari contagiato dal coronavirus

Lutto per la scomparsa di Mario Gigli, padre del consigliere comunale Alessio: era ricoverato in terapia intensiva

Lutto a Porcari per la morte del 74enne Mario Gigli. Era ricoverato in terapia intensiva dopo aver contratto il coronavirus.

A ricordare il padre del consigliere comunale Alessio è il sindaco, Leonardo Fornaciari: “Se ne va un uomo mite – dice – Ha lottato fino all’ultimo. Ieri una complicazione circolatoria con necessità di intervento chirurgico urgente. L’intervento eseguito a Massa con successo e ieri sera di nuovo il rientro a Lucca. I medici, per i quali non ci sono mai parole adatte di gratitudine, non hanno lasciato nulla di intentato nonostante la situazione fosse molto critica. Ci hanno provato fino all’ultimo. Mario ha superato anche lo scoglio dell’operazione. Ma stanotte è volato in cielo”.

“Ora – dice il sindaco – è il momento del raccoglimento e della vicinanza. E anche del silenzio. È un momento delicato per tutta una serie di motivi ma sappi Alessio che non siete soli. Noi ci siamo. Il mio abbraccio personale ma anche del nostro paese alla moglie Giulia, ad Alessio, a suo fratello e alla loro grande famiglia”.

Anche il gruppo consiliare de La Porcari che Vogliamo si stringe al dolore di Alessio Gigli e della famiglia per la scomparsa di suo papà: “Una ferita per tutta la nostra comunità che proprio non ci voleva – si legge nella nota – Forza Alessio. Un abbraccio grande a te, tuo fratello e tua mamma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.