Furti di bici in condomini e villette: arrestati in due

Doppio episodio nella giornata di martedì fra Viareggio e Torre del Lago: intervengono i carabinieri

Doppio furto di bici sventato dai carabinieri e doppio arresto a Viareggio.

Nella mattinata di martedì (15 settembre) i carabinieri del Radiomobile sono intervenuti a Viareggio in via Nino Bixio dove era stata segnalata una donna che con fare sospetto si era introdotta, dopo aver forzato un cancello, all’interno dell’area condominiale di una palazzina aggirandosi nei pressi della rastrelliere adibita alla sosta delle biciclette dei condomini. I militari, raggiunto in brevissimo tempo il citato indirizzo hanno notato una donna corrispondente alla descrizione segnalata al 112 che si allontanava a bordo di una bicicletta. Pertanto hanno provveduto a bloccarla nell’immediatezza rinvenendo inoltre nel suo zaino arnesi atti allo scasso, che sono stati sequestrati.

I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che la bicicletta a bordo della quale si stava allontanando la donna era appena stata rubata dalla rastrelliera condominiale.

Pertanto la donna, una cittadina italiana di 35 anni, residente a Viareggio e già conosciuta dalle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, è stata arrestata per furto in abitazione e posta agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo celebrato nella mattinata di ieri e concluso con la convalida dell’arresto ed una nuova applicazione per la donna, quale misura cautelare, degli arresti domiciliari.

La bicicletta è stata immediatamente restituita alla legittima proprietaria che nel frattempo era stata individuata e contattata dai militari.

Analogo intervento intorno alle 14 dopo la segnalazione di un cittadino residente a Torre del Lago. Sul posto sono intervenuti dai militari della Compagnia intervento operativo del Battaglione Toscana, in questi giorni in servizio di supporto ai carabinieri di Torre del Lago, che hanno sorpreso nel giardino di una villetta di via Cimarosa, un 40enne di origine tunisina, irregolare sul territorio nazionale, senza fissa dimora e già conosciuto dalle forze dell’ordine, intento ad asportare una bicicletta da donna.

L’uomo è stato immobilizzato e arrestato mentre la bici è stata immediatamente restituita al proprietario.
Dopo le formalità di rito l’uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida celebrata al tribunale di Lucca nella giornata di ieri e conclusa con la convalida dell’arresto operato dai carabinieri e l’applicazione della misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Viareggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.