Costretta dal padre a sposare a 15 anni un 50enne

La madre l'ha difesa ma è stata ferita con un coltello: il genitore violento allontanato dalla famiglia

Una storia che sembra ambientata in un paese integralista ma che invece è venuta alla luce a Viareggio. Qui, una adolescente di 15 anni si è ribellata al padre, di origini pakistane, 45 anni, che aveva combinato per lei un matrimonio con un connazionale di 50 anni.

La vicenda è venuta alla luce quando l’uomo ha usato la violenza, ferendo con un coltello la madre della ragazza che si era frapposta per difendere le ragioni della figlia. In casa, all’arrivo della polizia, c’era anche l’altra figlia di 8 anni. Il padre violento è stato colpito da un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare.

Tutto è accaduto il 15 settembre scorso, quando la 15enne facendosi coraggio ha dato l’allarme.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che il padre aveva, da sempre, un atteggiamento tirannico e violento nei confronti di tutte la famiglia, ma che la situazione era precipitata quando aveva, autonomamente, deciso di combinare un matrimonio tra la figlia quindicenne e un uomo pakistano di 50 anni. Matrimonio che avrebbe dovuto celebrarsi nel Paese d’origine, ma che la figlia rifiutava, non avendo mai conosciuto il futuro consorte, e non volendo tornare in Pakistan. La tenacia della ragazza, a non sottomettersi alla decisione scellerata del padre, ha dato, anche alla madre, il coraggio di reagire e porsi in difesa della figlia. Così che, quando l’uomo ha brandito un coltello per far valere le sue ragioni, nei confronti della quindicenne, la madre stessa si è frapposta tra i due riportando la ferita alla mano.

Gli agenti hanno subito compreso la gravità dei fatti ed attivato il protocollo Eva per la tutela delle vittime vulnerabili cristallizzando la scena del crimine e coordinandosi con il pm di Lucca, che ha autorizzato l’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare. Misura che eviterà il degenerare o il ripetersi di fatti analoghi, mentre gli enti preposti seguiranno la famiglia per gli aspetti psicologici e socio assistenziali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.