Meteo, atteso un drastico calo delle temperature nel weekend previsioni

Venerdì con la pioggia in alta Toscana, poi schiarite

“Nelle prossime ore ci attendiamo un netto cambiamento delle condizioni meteo-climatiche sull’Italia, per una intensa perturbazione in discesa dal Nord Europa e alimentata da aria fredda groenlandese”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che avverte: “In arrivo rovesci e temporali anche di forte intensità nelle prossime ore con inizialmente un maggiore coinvolgimento del centro nord. Saranno possibili nubifragi con picchi di oltre 100 millimetri su Alpi, Prealpi, pedemontane del Nord, Liguria specie di levante, alta Toscana. Forti temporali aggrediranno poi il versante tirrenico venerdì, estendendosi a quello adriatico, con fenomeni anche intensi tra Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo e sulla Sardegna. Al sud il grosso del maltempo è atteso dalla serata di venerdì con temporali a partire da Campania e Molise. Le temperature saranno in netto calo a partire dal Nord con ritorno della neve sulle Alpi fin verso i 1100-1500 metri a fine giornata”

“Questa perturbazione darà vita a una circolazione ciclonica sul cuore dell’Italia nel corso del weekend – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – con nuovi rovesci e temporali sparsi, specie domenica e al centro sud. Il nord sarà questa volta più ai margini con maggiori aperture, salvo piogge sull’Emilia Romagna e occasionalmente anche su Liguria e alto Adriatico. Le temperature saranno in generale netto calo con ingresso dell’aria fredda groenlandese, tanto che tornerà la neve anche sull’Appennino centro-settentrionale fin verso i 1300-1600 metri, ma a tratti addirittura al di sotto su quello emiliano. Fiocchi di neve interesseranno inoltre ancora le Alpi di confine fin verso i 1000-1300 metri. Le minime notturne in pianura potranno scendere anche sotto i 10 gradi in pianura al centro nord. Insomma l’autunno farà davvero sul serio”.

“Attenzione anche al vento – concludono da 3bmeteo.com – che soffierà forte ora di scirocco e libeccio, ora di ponente e maestrale con bora a tratti sull’alto Adriatico. Sabato la giornata peggiore quando sono previste raffiche di Maestrale anche di oltre 80-90 chilometri all’ora su Tirreno e Sicilia, fino a oltre 100 chilometri all’ora in Sardegna, con mare grosso, onde di oltre 4-5 metri e violente mareggiate sulle tratte esposte. Saranno possibili danni, disagi e difficoltà nei collegamenti marittimi. Forte vento anche in montagna con raffiche di oltre 90-100 chilometri all’ora su Alpi e Appennino in quota. Prestare attenzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.