Parroco di Spianate positivo al Covid, tamponi ai contatti stretti

Prosegue lo screening per monitorare e contenere il contagio sotto l'occhio vigile di Asl e Comune di Altopascio

Primi tamponi per l’indagine epidemiologica ad Altopascio dopo il caso del parroco di Spianate (risultato positivo al Covid. La struttura di igiene e sanità pubblica dell’Azienda Usl Toscana nord-ovest, insieme al sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio, sta continuando a gestire la situazione secondo protocolli consolidati.

È già stata effettuata una dettagliata indagine epidemiologica che ha permesso di sottoporre a provvedimento di quarantena già alcune persone e si stanno eseguendo in queste ore i primi tamponi ai contatti stretti individuati fino ad ora. In particolare l’Asl ha contattato nella giornata odierna le famiglie dei ragazzi che hanno fatto la cresima la scorsa settimana (sabato e domenica scorsi).

Lo stesso avverrà per tutti gli altri contatti stretti (coloro che abbiano avuto un contatto ravvicinato e prolungato con il sacerdote), anche quelli eventualmente non ancora emersi.

Man mano che arriveranno i risultati dei test verranno prese anche le conseguenti decisioni, da parte di Asl e Comune, che stanno lavorando in piena collaborazione per contenere la diffusione del contagio da Covid-19 nella frazione di Spianate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.