Caso Ragusa, l’agenzia Falco rinuncia all’incarico per ulteriori indagini sul caso

Per il titolare Davide Cannella non ci sono i margini per chiedere la revisione del processo a carico di Antonio Logli

L’agenzia investigativa Falco dopo l’annuncio di aver ottenuto l’incarico da Antonio Logli di indagare sulla scomparsa della moglie Roberta Ragusa, con una nota del direttore Davide Cannella, dichiara di rinunciare ad ulteriori indagini sul caso.

cannella.jpg

“Dopo attenta lettura degli atti del procedimento penale a carico di Antonio Logli, riguardante la sparizione della moglie Roberta Ragusa, conclusosi con la condanna dell’imputato – precisa nella nota Davide Cannella – ho deciso irrevocabilmente, di rinunciare all’incarico a me affidato, ma non ancora “formalmente” perfezionato, di espletare indagini per un’eventuale revisione processuale, in quanto non ritengo a parer mio, vi siano margini operativi tali da poter concretizzare tale ipotesi di istanza revisionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.