Lutto per la morte dello storico commerciante Pietro Carli

Era titolare di una delle gioiellerie più prestigiose del centro storico. Il ricordo di Confcommercio

Esprime commozione anche Confcommercio nell’apprendere la notizia della scomparsa di Pietro Carli. Lo storico commerciante lucchese era titolare di una delle gioiellerie più prestigiose del nostro territorio. 

“Con la sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile di tradizione, professionalità e competenza nel mondo del commercio lucchese – dice Confcommercio in una nota – Alla famiglia dell’amico Pietro, in particolar modo ai figli Carla e Giuseppe, vanno le più sentite condoglianze da parte del direttore Sara Giovannini e del presidente Rodolfo Pasquini, a nome dell’intera struttura di Confcommercio Imprese per l’Italia province di Lucca e Massa Carrara”.

Iscritto da tantissimo tempo all’associazione, Carli ha fatto parte a lungo del sindacato orafi e ricopriva tuttora il ruolo di vicepresidente dell’immobiliare Ascom Sani. Fu lui uno dei principali artefici, nel 1988, della trattativa che porto Confcommercio all’acquisizione di palazzo Sani in via Fillungo, dove l’associazione ha ancora oggi la sua sede centrale. Fu premiato nel 2004 dal mondo 50 & Più con il premio Aquila di diamante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.