Tentano la truffa al compro-oro: denunciati in due

La titolare attiva il sistema antirapina e smaschera la vendita di oggetti falsi

Truffa al compro oro, denunciato un uomo. È caccia al complice.

Ieri pomeriggio (12 ottobre) le volanti della polizia sono intervenuti in un negozio di compravendita di oggetti in oro
dopo che era scattato l’allarme anti rapina attivato dal gioielliere e arrivato alla sala operativa della polizia, che ha subito inviato una pattuglia.

Gli operatori arrivati sul posto, credendo si trattasse di una rapina, si sono approcciati temendo il paggio, ma dopo alcuni sguardi con la commerciante hanno intuito che si trattava di un tentativo di truffa. Il raggiro consisteva nel proporre la vendita di anelli in finto oro, che però avevano una copertura in oro vero in grado di trarre in inganno la commerciante.

La donna ha intuito trattarsi di una truffa quando la persona entrata ha proposto gli stessi anelli che la gioielliera aveva acquistato pochi minuti prima da un altro soggetto con lo stesso accento. Per cui la donna ha attivato il sistema anti rapina e, in attesa dell’arrivo della polizia, ha effettuato un esame più accurato degli anelli, rilevandone la falsità.

L’uomo trovato nel negozio è stato subito denunciato e munito di foglio di via obbligatorio dal comune di Lucca per tre anni, anche perché già noto alle forze dell’ordine. La stessa sorte toccherà al suo complice, non appena verrà identificato anche sulla base del documento di cui ha lasciato copia all’esercente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.