“Chi ha visto il prof?”: striscioni contro la mancanza di docenti

Azione nella notte del Blocco studentesco

Gigantografie del Blocco Studentesco in centinaia di scuole, in stile Chi l’ha visto? per denunciare la mancanza di oltre 20.000 supplenti negli istituti italiani.

“L’azione svolta dal Blocco Studentesco, in maniera coordinata in centinaia di scuole italiane, ha come obiettivo quello di denunciare il disastroso operato del ministro dell’istruzione Azzolina“, dichiara il movimento studentesco .

“La malagestione del Ministro è riuscita a mettere in ginocchio anche gli istituti più organizzati che ora, con dozzine di cattedre non assegnate, vedono intere classi sprovviste di docenti – scrivono dal Blocco studentesco -. Questa la scuola del Ministro Azzolina, dove tutto è stato aperto ma nulla funziona. Buchi di organico e mancanze strutturali sono ormai la quotidianità in un sistema scolastico già pesantemente penalizzato da anni di tagli e riforme inadeguate, ma per il Ministro Azzolina va tutto bene”.

“Il Blocco Studentesco – conclude – ribadisce che non è ammissibile che a pagare per errori altrui siano sempre i ragazzi.  Come sempre, ci faremo portavoce dell’insoddisfazione degli studenti.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.