Tragedia in un’azienda agricola a Massarosa, la corte d’appello conferma la condanna

L'operaio morì per lo scoppio di un pneumatico

La corte d’appello di Firenze ha confermato la sentenza di condanna di primo grado del tribunale di Lucca del gennaio 2018  per omicidio colposo,  a un anno e 8 mesi, per Pietro Casali, titolare dell’azienda agricola di Massarosa dove mori Mariano Pierini, oltre al pagamento di una provvisionale di 80mila euro per la moglie e per ciascun figlio, oltre  20milaeuro per ogni fratello. 

A darne notizia è l’avvocatessa Azzurra Benvenuti che nel procedimento penale tutelava parte della famiglia Pierini

La tragedia sul lavoro era avvenuta il 3 marzo del 2014. Aveva appena terminato di sostituire un pneumatico al suo trattore, all’interno di un’azienda agricola in via Cala Grande in località Pian di Mommio, quando l’agricoltore Mariano Pierini, 55enne massarosese e padre di quattro figli, dipendente della ditta Pietro Casali, morì. Voleva terminare il suo lavoro prima di andare a mangiare, sostituendo anche il pneumatico posteriore quando improvisamnete, mentre stava completando l’operazione, la grossa gomma era esplosa e il pesante cerchione in acciaio lo aveva investito in pieno volto, scaraventadolo a qualche metro di distanza e uccidendolo sul colpo.

Al momento del tragico incidente l’uomo era solo all’interno del capannone. Sul luogo della tragedia erano intervenuti sia i vigili del fuoco del distaccamento di Viareggio che i carabinieri del radiomobile coordinati dall’allora tenente Grazia Centrone per i rilievi del caso. Il personale sanitario dell’ambulanza del 118, purtroppo, niente aveva potuto fare e al medico non era rimasto che constatare la morte dello sfortunato 55enne. Mariano Pierini era assunto regolarmente e stava riparando uno degli attrezzi che normalmente utilizzava per la sua attività. Conosciuto nel mondo del carnevale di Viareggio, era un trattorista ufficiale, e il giorno prima, per l’ultima volta aveva trainato il carro di Fabrizio Galli. Il capannone, a causa dello scoppio, aveva subito danni di rilievo e la copertura in plastica sul tetto si era sfondata.

tragedia in azienda agricola a massarosa

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.