Arrestato dopo l’aggressione al cimitero di Porcari

Un 44enne dovrà rispondere di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale: se l'è presa anche con i militari intervenuti sul posto

Aggredisce un uomo al cimitero di Porcari, arrestato. A finire in manette, dopo l’intervento dei carabinieri di Porcari, è stato un 44enne, ora accusato di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, secondo la ricostruzione dei militari intervenuti sul posto dopo la chiamata al 112 di alcune persone che hanno assistito all’aggressione, avrebbe aggredito un 62enne, senza apparenti motivi, provocandogli una ferita al cuoio capelluto.

Sul posto i militari hanno bloccato l’autore della violenza, in evidente stato di alterazione psicofisica, che prima di essere definitamente immobilizzato ha aggredito anche i due militari, provocando a entrambi contusioni agli arti guaribili in 5 e 7 giorni.

Dopo essere stato trasportato in ospedale per via del suo stato di alterazione, il 44enne è stato condotto in caserma e questa mattina comparirà davanti al giudice per l’udienza di convalida e il processo con rito direttissimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.