Agenti della polizia municipale aggrediti verbalmente sul pontile di Forte dei Marmi

L'ira del sindaco Bruno Murzi: "Invitavano alcuni ragazzi a indossare la mascherina. Le regole vanno sempre rispettate"

Controlli della polizia municipale sul pontile di Forte dei Marmi per l’applicazione dell’ordinanza antiCovid. Oggi (8 novembre), però, è successo un episodio che ha fatto infuriare il sindaco Bruno Murzi.

Agenti della polizia municipale si sono presentati e hanno intimato a un gruppo di una decina di ragazzi di mettersi la mascherina. Ne è nata un’accesa discussione e sono volate parole grosse con altre persone che hanno preso le parti dei giovani.

“La polizia municipale – dice il sindaco Bruno Murzi, citando anche il caso delle proteste di Lucca di ieri sera – sta attenta a che la gente rispetti le regole e rispettare le regole a Forte dei Marmi è fondamentale. Occorre portare rispetto alla polizia municipale e soprattutto aiutarla nella sua attività. Se abbiamo senso civico lo dobbiamo avere sempre. Il messaggio deve essere chiaro: non c’è divisione fra polizia municipale e amministrazione: siamo tolleranti con tutti e cerchiamo di aiutare tutti, ma le regole, in primis quella delle mascherine, vanno rispettate. Altrimenti scattano le multe”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.