Stop a trasferimento fra comuni, fioccano le richieste di chiarimento

Intasati i centralini di enti locali e polizie municipali per avere informazioni

Toscana da oggi è ‘zona arancione‘ e gli spostamenti sono limitati. Non ci si può, infatti, spostare senza motivazioni specifiche (salute e lavoro, principalmente) nel territorio di un altro Comune.

Una indicazione chiara, quella del decreto governativo, che però lascia spazio ad alcuni dubbi nei residenti e nei cittadini. Che, fin dalle prime ore della mattina, hanno tempestato di telefonate i centralini del Comune e gli agenti della polizia municipale con le richieste più disparate.

La domanda più frequente è sulla possibilità di frequentare il supermercato più vicino, anche se collocato i un comune limitrofo. Ma non mancano le domande su attività fisica e sportiva, sulla possibilità di frequentare maneggi o altre strutture.

Nel frattempo sono iniziati i controlli delle forze dell’ordine, che hanno battuto soprattutto i viali di circonvallazione e le zone di maggiore probabilità di assembramento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.