Dà in escandescenze in commissariato dopo l’arresto per droga

Il 23enne ha rotto le maniglie di due porte e ha colpito l'apparecchiatura del fotosegnalamento

In manette per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, per danneggiamento aggravato e detenzione ai fini di spaccio di sostante stupefacenti.

L’arresto di un 23enne originario del Marocco, per mano degli uomini del commissariato di polizia di Viareggio, è avvenuto nella serata di ieri (15 novembre).

Il giovane, dopo una lite con altre persone nelle vicinanze di un negozio che stava effettuando servizio da asporto, ha dato in escandescenza al momento del controllo degli agenti.

Durante le operazioni di identificazione e controllo, il 23enne è stato trovato in possesso di sei involucri contenenti 3,6 grammi di cocaina. Portato in commissariato ha rotto le maniglie di due porte e ha colpito l’apparecchiatura del fotosegnalamento. 

Arrestato, verrà processato per direttissima nella tarda mattinata di oggi al tribunale di Lucca

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.