Tentano la rapina con la pistola ma il titolare mette in fuga i malviventi

Colpo alla macelleria Da Giampaolo a Lammari. Polemica sulla mancanza di telecamere

Tentano la rapina alla macelleria Da Giampaolo a Lammari. È successo nella serata di oggi quando due persone sono entrate nel negozio mentre il proprietario stava chiudendo la porta sul retro e hanno intimato, con la minaccia di una pistola che non è dato sapere se sia vera o giocattolo, al proprietario di consegnare l’incasso.

Giampaolo Masini, che è fratello del coordinatore comunale di Forza Italia, Anthony Masini, non si è però fatto intimidire ed è riuscito a mettere in fuga i due malviventi, prima di chiamare i carabinieri a cui ha denunciato il fatto.

Secondo le prime ricostruzioni il titolare era intento a chiudere la porta sul retro del negozio. Quando è tornato all’interno del locale ha trovato due uomini, uno alla porta e uno al bancone, travisati dalla sola mascherina. Quando ha chiesto cosa desiderassero uno dei due ha detto che si trattava di una rapina e ha pretesto l’incasso. Poi ha mostrato l’arma, che non ha intimorito il titolare, che ha iniziato a inveire contro i due fino a costringerli alla fuga in direzione del cimitero.

Ora è caccia ai due malviventi ma si solleva anche la polemica. Forza Italia, con il consigliere comunale Matteo Scannerini e lo stesso Anthony Masini, ha chiesto l’installazione di telecamere per la sicurezza proprio nella zona di Lammari centro.

Nella foto Matteo Scannerini e Anthony Masini davanti al locale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.