Giani in tv: “Toscana zona rossa fino a domenica”

Il governatore: "I dati sono già da zona gialla, ma il decreto prevede di mantenere la classificazione almeno per tre settimane". Dubbi sullo stop degli spostamenti fra Comuni a Natale

“Non è che non migliorano i dati, ma il decreto ha classificato la Toscana sulla base dei dati delle due, tre settimane precedenti. Restiamo regione rossa fino a domenica. In realtà anche oggi il nostro Rt è pari a 1, un dato da regione gialla. Chiuderemo la settimana, inoltre, con 5-6 mila contagiati rispetto ai 16 mila registrati nel corso della prima settimana di novembre”. Lo ha spiegato il presidente della Regione, Eugenio Giani, rispondendo ad alcune domande, in merito alla permanenza della Toscana in zona rossa, a Omnibus su La 7.

“Il decreto – aggiunge – quando porta una regione in zona rossa richiede tre settimane per risalire. La Toscana ha già dati fra zona gialla e arancione. Passeremo a zona arancione da domenica. In Toscana come in tutta Italia, tuttavia, dobbiamo essere molto accorti, perché basta un niente per riprendere la spirale dei contagi e arrivare alla terza ondata”.

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, inoltre ha promosso a metà le misure contenute nel nuovo decreto legge sull’emergenza coronavirus. Trova in primo luogo condivisibile l’obiettivo di fondo di tenere alta l’attenzione sull’andamento dei contagi per scongiurare che la curva riprenda una traiettoria ascendente, ma al tempo stesso esprime riserve sui divieti di spostamento durante i giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno: “Mi sento di condividere col governo la necessità di evitare il liberi tutti e il bisogno di mantenere disposizioni in grado di prevenire una nuova crescita di contagi“, afferma. D’altro canto, aggiunge, “nei giorni di Natale vanno evitati i grandi eventi e i grandi assembramenti, ma magari il fatto di impedire il passaggio da comune a comune durante la giornata forse è un po’ eccessivo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.