Chiusa fino a lunedì la A11 fra Altopascio e Chiesina: disagi per il traffico foto

Polizia municipale in azione nei punti più critici. Il sindaco D'Ambrosio risponde alle polemiche: "Lavoro urgente che interessa a tutti"

Rimarrà chiuso fino alle 7 di mattina di lunedì (21 dicembre) il tratto autostradale della autostrada A11 verso Firenze fra Altopascio e Chiesina Uzzanese. In corso, infatti, ci sono lavori urgenti a un ponte autostradale rimasto danneggiato da un autocarro nelle scorse settimane.

La viabilità alternativa prevede l’uscita obbligatoria ad Altopascio e il rientro al casello di Chiesina Uzzanese. Inevitabile, dunque, qualche disagio dopo l’ordinanza della Società Autostrade che ha chiuso il tratto stradale e concertato la viabilità alternativa, che è segnalata sul posto.

Sul territorio è impegnata la polizia municipale del paese dal Tau, guidata dal comandante Italo Pellegrini, impegnata sui punti più critici, a partire dall’uscita autostradale per attenuare problematiche e code che dovrebbero vedere il picco nella giornata di domani. Prevista poi un’attenuazione dei flussi per lo stop alla circolazione dei mezzi pesanti e nei festivi.

Dopo la polemica sollevata dal consigliere Maurizio Marchetti parla anche il sindaco, Sara D’Ambrosio: “Ricostruisco giusto due informazioni, perché forse c’è della smemoratezza – dice – il 4 dicembre scorso un mezzo pesante ha fortemente e gravemente danneggiato il cavalcavia autostradale di via per Ponte ai Pini; Autostrade sta facendo lavori giorno e notte per ripristinare la viabilità sul ponte e per mettere in sicurezza; la chiusura del tratto autostradale si rende necessaria per poter ripristinare il danno al ponte, metterlo in sicurezza e riaprire la viabilità comunale”.

“Quando ci sono lavori – prosegue il sindaco – sulle viabilità altamente trafficate – come un’autostrada – è normale che sulle deviazioni e lungo il tratto autostradale stesso si creino ingorghi. Funziona così da sempre e da diverse ore ci sono gli agenti della polizia municipale di Altopascio impegnati nella gestione dei veicoli, che ringrazio per il loro lavoro. Questo signori si chiama realismo. Cerchiamo di avere un po’ più di rispetto per chi lavora e di fare un po’ meno polemiche, visto che il ripristino del ponte autostradale è una cosa che interessa a tutti noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.