Quantcast

Folla a Castelnuovo, scattano misure più severe: stop all’asporto di bevande e limite di mille persone in centro storico

Il sindaco Tagliasacchi firma l'ordinanza: ecco tutte le misure per il 22 e 23 dicembre

Una nuova ordinanza emessa per contrastare il fenomeno dell’eccessivo affollamento del centro storico. È questa l’iniziativa del comune di Castelnuovo, dove stamattina (21 dicembre) il sindaco Tagliasacchi ha firmato l’ordinanza con misure più stringenti – a partire da domani (22 dicembre) – per contenere il contagio covid dopo gli episodi registrati ieri, in cui la Toscana è tornata zona gialla.

“La nostra comunità ha sempre dimostrato grande forza e unione nell’affrontare questo periodo complicato – aveva scritto il comune pochi giorni fa attraverso la campagna di sensibilizzazione -. È necessario non mollare e quindi, anche nei prossimi giorni delle festività natalizie, il comportamento di tutti dovrà essere improntato al rispetto delle regole, per evitare una nuova ondata del contagio”.

Un’iniziativa che, purtroppo, non è servita: “Abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione capillare – comunica il sindaco Andrea Tagliasacchi – per sensibilizzare i cittadini le persone ad un atteggiamento responsabile. La maggior parte dei cittadini risponde positivamente, purtroppo già ieri abbiamo avuto testimonianza che gruppi di minoranza mettono a repentaglio la salute dei cittadini e creano rischi di contagio. Assembramenti non tollerabili in questa fase. Dobbiamo prendere atto che la sensibilizzazione non basta: ho firmato un’ordinanza che prevede per il giorno 22 e 23 dicembre, nel centro storico del capoluogo, il divieto di consumazione di bevande fuori dagli spazi a disposizione del singolo esercizio pubblico della ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) già a decorrere dalle 9. Per tutti gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) divieto di asporto di bevande già a decorrere dalle 9“.

Non solo: “Nel giorno del 23 dicembre – prosegue il primo cittadino – dalle 14 alle 20 l’accesso al centro storico è limitato per un numero massimo di 1000 persone; dalle 9 alle 20 divieto di stazionamento (fatte salve eventuali code per garantire accessi contingentati negli esercizi commerciali) nelle vie e piazze del centro storico del capoluogo. Questo permetterà un presidio e di valutare eventuali criticità e di intervenire prontamente con le forze dell’ordine”.

“Chiediamo scusa ai cittadini se si creeranno alcuni disagi – conclude il sindaco -, dispiace dare questa comunicazione ma è una misura necessaria per consentire alle persone di fare compere nella maggior sicurezza possibile“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.