Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Ruba il bancomat al parroco, la squadra mobile di Firenze individua il ladro e lo denuncia

L'uomo è stato rintracciato in un albergo vicino alla stazione

Furto nella chiesa di San Jacopino, lo scorso 2 gennaio.  La squadra mobile di Firenze individua il ladro e lo denuncia.

Il parroco, dopo aver officiato la messa, si era intrattenuto con i fedeli presenti e, proprio in quel frangente, era stato derubato del bancomat, lasciato in canonica insieme agli effetti personali.

Poco dopo il prete aveva ricevuto sul cellulare un alert di avvenuto prelievo di denaro ed aveva contatto la polizia di Stato.

Subito all’opera, gli uomini della squadra mobile fiorentina hanno individuato l’istituto di credito a Porta al Prato dove era stato effettuato il prelievo. La concomitante attività info-investigativa ha poi permesso agli investigatori di individuare, in brevissimo tempo, un 35enne originario di Torre del Greco, già noto alle forze di polizia e destinatario di foglio di via, emesso dal questore di Firenze Filippo Santarelli nel mese di dicembre 2020, come colui che avrebbe usato il bancomat.

L’uomo è stato rintracciato ieri mattina dagli investigatori in viale Belfiore, mentre attendeva l’arrivo della tramvia ed è subito scattata la ricerca di mezzi di prova a suo carico in un hotel dove era domiciliato, nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella. All’interno della camera gli agenti hanno così rinvenuto capi di abbigliamento utili a riscontrare quanto acquisito nelle indagini.

L’uomo è stato denunciato alla procura della Repubblica di Firenze per furto aggravato e indebito utilizzo di carte credito o pagamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.