Quantcast

Ruba in un supermercato, donna di 43 anni condannata a 10 mesi

Dopo aver occultato generi alimentari ha aggredito l'addetto antitaccheggio di un noto centro commerciale dell'Arancio

Nel tardo pomeriggio di ieri (6 gennaio) la polizia ha arrestato una 43enne italiana con l’accusa di rapina impropria ad un noto supermercato dell’Arancio.

La donna, dopo aver occultato nella propria borsa alcuni generi alimentari, ha oltrepassato le casse pagando solo un prodotto. Fermata dal responsabile dell’antitaccheggio del supermercato, la donna lo ha aggredito con schiaffi, spinte e insulti, per poi lanciargli contro la stessa merce.

La volante intervenuta, preso atto del tentativo di rapina, ha proceduto ad arrestare la donna, già conosciuta alle forze dell’ordine.
All’esito della direttissima, tenuta oggi (7 gennaio), il giudice ha stabilito 10 mesi di condanna, pena sospesa, e obbligo di firma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.