Cgil Lucca: “Nuove minacce a Braccini, si faccia luce al più presto”

La segreteria provinciale esprime solidarietà al sindacalista

La segreteria provinciale della Cgil di Lucca e tutte le compagne ed i compagni della Camera del lavoro si stringono attorno al compagno Massimo Braccini, segretario Fiom Cgil Toscana, ancora una volta oggetto di minacce.

“La solidarietà e la condanna di questo nuovo atto criminale e vigliacco – si legge in una nota – ci inducono a rivolgere un pressante appello alle autorità giudiziarie affinche venga al più presto posto termine a questo assurdo e violento stillicidio di avvertimenti e che il o i responsabili siano smascherati ed assicurati alla giustizia. A Massimo vanno tutto il nostro affetto ed il nostro sostegno per l’attività sindacale e le lotte che con intelligenza e passione  continuerà  quotidianamente a svolgere a difesa dei diritti dei lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.