Minacce a Braccini (Fiom), Nardini: “Solidali con chi difende il mondo del lavoro”

L'assessore regionale esprime vicinanza al segretario regionale di nuovo finito nel mirino

“Un nuovo atto gravissimo contro chi difende lavoratrici e lavoratori”. Così l’assessora al lavoro Alessandra Nardini commenta le nuove minacce indirizzate al segretario della Fiom Toscana, Massimo Braccini.

L’assessora Nardini ha voluto esprimere di persona la propria solidarietà chiamando stamani il sindacalista.

“Mi auguro – ha detto – che sia fatta piena luce al più presto su questi gravissimi episodi che puntano a minare il sistema di relazioni sindacali che è alla base della vita democratica della nostra regione. Non permetteremo a nessuno di scardinare questo sistema di relazioni sociali e di creare un clima all’insegna delle minacce, è importante che ci sia una reazione unitaria del mondo del lavoro e delle istituzioni democratiche”.

“Ci auguriamo – ha proseguito – che Massimo Braccini possa proseguire nel suo importante impegno ritrovando presto la serenità necessaria. Soprattutto in un momento come quello che stiamo attaversando dobbiamo poterci impegnare in sinergia per tutelare il lavoro. Troverà nella Regione, come sempre, un interlocutore attento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.