Musica e balli scatenati in piazza nonostante i divieti: scattate le prime denunce

Polizia municipale e carabinieri stanno passando al setaccio anche le telecamere di videosorveglianza

È stato identificato, portato in caserma e denunciato il giovane che, ieri sera (8 gennaio), si è presentato a Porta dei Borghi con le casse a tutto volume e ha invitato i presenti a ballare, violando tutte le norme previste per il contenimento del contagio da Covid-19. Le forze dell’ordine stanno controllando le telecamere installate nella zona, per risalire alle persone, identificarle e procedere d’ufficio con le denunce.

Quella di ieri, infatti, è stata una serata di controlli e di interventi sul territorio per la polizia municipale. A Porta dei Borghi la pattuglia era presente fin dalle 19,30. Qui c’erano anche i carabinieri. Lo spiazzo tra via Michele Rosi e via Fillungo era occupato da una moltitudine di persone, riunite per consumare l’aperitivo, la maggior parte delle quali si presentava senza mascherina, non rispettando le norme di comportamento da tenere per contenere la diffusione del contagio da covid19. Le due pattuglie presenti hanno valutato che un intervento immediato non avrebbe probabilmente consentito un’identificazione sicura dei trasgressori e, anzi, avrebbe rischiato di generare un problema di ordine pubblico. In questi casi, infatti, l’intervento diretto immediato va attentamente valutato sotto il profilo della sicurezza degli operatori e delle altre persone presenti: in poche parole, visto che sono presenti le telecamere e che quindi si può procedere all’identificazione anche d’ufficio, è stato scelto di evitare situazioni che potevano scatenare il caos.

È stato quindi deciso di attendere e di procedere con ulteriori accertamenti d’ufficio utilizzando anche l’impianto di video-sorveglianza presente nella zona, grazie al quale, ora, le forze dell’ordine potranno procedere con le denunce.

Dopo un’ora dal primo intervento, visto che erano arrivati rinforzi e che la gente presente era diminuita, le pattuglie di polizia municipale e carabinieri si sono nuovamente presentate a Porta dei Borghi: gli agenti hanno disperso i presenti, procedendo anche all’identificazione; hanno poi proseguito in via Fillungo fino all’incrocio con via Busdraghi, all’altezza del locale Vinarkia. Qui hanno proceduto all’identificazione del proprietario e hanno aspettato fino alla chiusura dell’esercizio commerciale. Gli agenti precisano che all’arrivo delle forze dell’ordine in via Michele Rosi/Porta dei Borghi, i locali stavano già chiudendo e la musica proveniva da un amplificatore trasportato su un carrellino: gli autori sono stati identificati e denunciati.

Il Comune di Lucca, nel condannare quanto avvenuto, ringrazia i gestori dei locali interessati che hanno immediatamente preso le distanze dai loro stessi avventori, denunciando con video pubblici quanto stava accadendo. Il Comune di Lucca si confronterà ora con il coordinamento delle forze dell’ordine per valutare ulteriori successive misure di contenimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.