Neve in Garfagnana, il sindaco Mariani: “I disagi sono stati enormi. Servono manutenzione e cura del territorio”

Il primo cittadino di San Romano: "Dobbiamo investire sulla prevenzione per evitare che future calamità naturali creino altre emergenze"

Neve e disagi a San Romano e in tutta la Garfagnana, dopo i giorni di emergenza anche il sindaco Raffaella Mariani scrive la propria riflessione.

Neve e disagi a San Romano e Piazza al Serchio, scatta l’ordinanza per il taglio delle piante

“Le nevicate che hanno colpito la Garfagnana dal 31 dicembre 2020 e a ridosso dell’Epifania hanno messo a dura prova il nostro territorio – racconta il sindaco -. I disagi sono stati enormi: isolamento di frazioni, blackout nella fornitura di energia elettrica (anche di 36-48 ore) e guasti alle linee mobili e alla fibra. La quantità notevole di neve e la caduta di alberi e piante hanno comportato l’interruzione di alcuni tratti stradali. Venerdì l’amministrazione comunale di San Romano ha deciso di riaprire la strada comunale che collega la frazione di Caprignana al Parco dell’Orecchiella e al confine con il comune di Villa Collemandina. La rimozione della neve dalla carreggiata – che è stata pure liberata dagli alberi caduti – ha consentito di revocare l’ordinanza di chiusura al transito. Fino a pochi giorni fa l’area del Parco era ancora isolata”.

“La riapertura della strada fa parte di una serie di azioni di coesione e solidarietà che, in queste settimane, hanno visto scendere in campo alcuni protagonisti, impegnati giorno e notte in questa emergenza – prosegue Mariani -. Parlo dei nostri operai e del personale comunale, dell’Unione dei Comuni e della Provincia, delle squadre di volontariato di ogni frazione e di quelle inviate dalla Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco, degli uomini del Soccorso Alpino, del personale forestale e delle imprese private del territorio, delle Forze dell’Ordine. Questa azione esercitata su più livelli – dalle istituzioni (Regionali, provinciali e locali) al cittadino volontario – ci ha permesso di liberare in pochi giorni i cumuli di neve presenti nelle vie interne delle frazioni e di alleviare i disagi causati dalle caduta di alberi e piante. A tutti va un grazie enorme per la fatica, la collaborazione, il forte segnale di solidarietà. Abbiamo poi gestito e raccolto le segnalazioni della popolazione rivolgendo a Enel e Telecom sollecitazioni per intervenire rapidamente su reti e disservizi. Da sottolineare con gratitudine l’impegno dei lavoratori Enel impiegati in condizioni proibitive a recuperare situazioni di disarticolazione in condizioni rischiosissime”.

“Tuttavia – precisa il sindaco Mariani – le nevicate eccezionali hanno portato in superficie una questione irrisolta che ci trasciniamo da molti anni: la manutenzione e la cura del territorio. Non sono obiettivi residuali ma i principali per chi vive in aree montane a rischio idrogeologico e sismico. Le Istituzioni pubbliche devono assumere la responsabilità di affrontarli prioritariamente e con costanza. Occorre sensibilizzare la popolazione su queste tematiche perché anche la semplice caduta di un albero che si trova in un terreno privato può causare ingenti danni alla viabilità ed alla sicurezza delle persone, e alle reti di distribuzione elettrica in primo luogo . I grandi gestori di reti non possono e non devono accampare alibi ma recuperare attenzione e investimenti”.

“L’emergenza neve di queste settimane – conclude il sindaco – è arrivata dopo una grande quantità di pioggia caduta nell’autunno 2020. L’equilibrio idraulico e idrogeologico del territorio è ai livelli di guardia. Alla Regione Toscana che ci ha supportati con coordinamento, aiuti concreti, e l’invio della colonna mobile serve ora il contributo del riconoscimento dello stato di emergenza nazionale per la Garfagnana. Abbiamo bisogno di risorse economiche e tempi rapidi per la messa in sicurezza e la riduzione del rischio. Dobbiamo investire sulla prevenzione per evitare che future calamità naturali creino altre emergenze“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.