Piazza due bombole di gas aperte davanti alla sede di un partito: denunciato il vandalo delle auto in sosta

Momenti di paura a S. Concordio per fortuna senza conseguenze: la polizia identifica subito l'autore

E’ scattato subito l’allarme, visto che potevano esserci tutti gli ingredienti per pensare ad un attentato: due bombole del gas lasciate aperte di fianco all’ingresso della sede di Forza Italia in viale San Concordio, a pochi passi dal supermercato Esselunga. Un gesto sconsiderato che secondo la polizia sarebbe stato compiuto dallo stesso 75enne, artigiano, G. P., le sue iniziali, più volte finito nei guai per aver danneggiato auto in sosta nel quartiere.

Per fortuna questa sera (23 gennaio) la situazione non è degenerata: alcuni vicini, poco prima delle 20, hanno notato le due bombole del gas lasciate aperte e hanno subito dato l’allarme, facendo arrivare in pochi minuti le volanti e i vigili del fuoco che hanno provveduto a mettere in sicurezza le bombole, evitando il peggio.

La polizia è arrivata sul posto in pochi minuti, riuscendo a identificare il presunto responsabile. Dalle testimonianze sarebbe subito stato chiaro che si trattava dell’uomo ormai noto nel quartiere per aver in più raid danneggiato le auto in sosta, in viale San Concordio ma anche nelle zone limitrofe. Gli inquirenti hanno tuttavia potuto fin da subito escludere la matrice politica del gesto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.