Brennero, nuova frana sulla strada chiusa per i lavori. Il sindaco: “È emergenza continua”

Andreuccetti chiede fondi strutturali per il dissesto idrogeologico. J'accuse di Fratelli d'Italia, pronta l'interrogazione di Fantozzi in consiglio regionale

Nuova frana sulla statale del Brennero, nel tratto chiuso perché interessato dai lavori. Massi e detriti si sono riversati sulla carreggiata e nel fiume.

frana Brennero nuova

Il sindaco Patrizio Andreuccetti, dopo le prime iniziative d’urgenza, è su tutte le furie. “Da sindaco – dice – con l’autorità che mi compete, ordino a tutti i cittadini di rimanere lontani dalla frana intercorsa sulla statale tra Ponte del Diavolo e Chifenti. L’evento franoso è ancora in corso, pertanto stare nelle vicinanze è quanto mai pericoloso. Anas è sul posto, così come i tecnici Enel stanno verificando lo stato dell’arte dei tralicci in zona”.

“La fragilità del nostro territorio – commenta – legata a continui eventi atmosferici impattanti, deve interessare in maniera strutturale Stato e Regione. Qua non siamo più di fronte a situazioni sporadiche, ma ad una vera e propria emergenza continua. Ci vogliono sia molti più fondi per la prevenzione sia il rimborso di ogni spesa che i Comuni sostengono per intervenire per la messa in opera successiva. È in gioco la sicurezza della nostra gente e del nostro territorio: i Comuni, anche con tutte le risorse e le energie di cui dispongono, da soli non possono farcela. Come sempre, noi, siamo disponibili a collaborare, ma ora va cambiato davvero registro. Non si può più aspettare: i miliardi del Recovery fund spendiamoli anche per le zone più a rischio dissesto idrogeologico come la nostra”.

“Non esistono più notti, non esistono più feste – conclude – come c’è un’allerta meteo si vive con l’ansia e la sensazione di essere lasciati da soli ci pervade. La fortuna di oggi è che la strada era già chiusa, altrimenti saremmo probabilmente qua a raccontare una immane tragedia. La nostra terra non può più attendere”.

“Stamani si è staccata una frana di vaste dimensioni che ha travolto la strada tra il Ponte del Diavolo e Fontana di Chifenti. Per fortuna che quel tratto della statale del Brennero era già stato chiuso per lavori dell’Anas. Con la strada aperta, infatti, ci sarebbe stato un gran traffico verso l’Abetone e la Garfagnana. Sassi molto grossi hanno investito la carreggiata e si sono riversati nel fiume. Una scena impressionante. Il territorio frana interamente e le reti di contenimento sono inefficaci”. A dirlo è Lorenzo Bertolacci, esponente Fdi della Mediavalle.

“Presenterò un’interrogazione urgente alla giunta regionale – annuncia il vicecapogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Vittorio Fantozzi – affinché si effettui un monitoraggio di tutto il versante che sovrasta la statale del Brennero, tra il Ponte del Diavolo e Fontana di Chifenti in Mediavalle. La frana, catturata in un video, ha ampie dimensioni e serve una verifica approfondita per mettere in sicurezza l’intero versante. Se la strada fosse stata aperta si sarebbe rischiata la strage  Servono interventi immediati perché, in una tale situazione di insicurezza, la statale non potrà essere riaperta. La Regione deve stanziare fondi per un territorio che sta collassando ad ogni evento atmosferico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.