Giro di spaccio di cocaina e hashish, in carcere pusher 50enne

La misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il divieto di uscire di notte non aveva frenato l'attività illecita: volume di affari da 40mila euro l'anno

Operazione antidroga questa mattina (28 gennaio) per i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Viareggio che hanno arrestato, per spaccio di sostanze stupefacenti, un 50enne di origine marocchina già noto alle forze di polizia.

Nei confronti dell’uomo il Gip del tribunale di Lucca, su richiesta del pubblico ministero titolare dell’indagine, condividendo a pieno le risultanze investigative fornite dai militari dell’arma a seguito di un’attività d’indagine, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il 50enne è ritenuto responsabile di aver gestito a Viareggio un’attività di spaccio di cocaina e hashish a numerosi clienti.

Le indagini dei carabinieri sono partite nell’ottobre 2020 quando l’uomo era stato arrestato in flagranza dai militari dell’arma poiché sorpreso con diverse dosi di cocaina (circa 4 grammi) destinate allo spaccio e diverse centinaia di euro in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività illecita.

A seguito della successiva convalida dell’arresto, l’autorità giudiziaria lucchese aveva sottoposto il 50enne alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria con permanenza nel proprio domicilio nelle ore notturne. Le conseguenti indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di ricostruire i traffici illeciti effettuati dal soggetto che, solo nel corso del 2020, ha ceduto diverse migliaia di dosi tra cocaina e hashish a diversi acquirenti viareggini – nella circostanza segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti – con un giro d’affari presunto di oltre 40mila euro l’anno.

Inoltre, nel corso delle indagine, i militari dell’arma hanno accertato che il soggetto ha compiuto diverse cessioni di stupefacente anche mentre era sottoposto alle misure conseguenti ai precedenti arresti in flagranza.

Questa mattina, quindi, i carabinieri hanno rintracciato lo spacciatore e, in ottemperanza al provvedimento cautelare emesso dall’autorità giudiziaria lucchese, lo hanno condotto al carcere di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.