Droga consegnata a domicilio durante il lockdown, blitz della Squadra Mobile

In manette un 46enne italiano, divieto di dimora per cinque presunti pusher di origine tunisina

Operazione antidroga in Versilia contro lo spaccio di droga. A finire in manette è stato un 46enne italiano, perquisizioni e misure cautelari del divieto di dimora anche per altre 5 persone, di origine tunisina.

L’indagine della polizia è durata circa un anno e la Squadra Mobile ha eseguito stamattina (11 febbraio) in Versilia  perquisizioni e misure cautelari nei confronti di cinque persone, tra i 20 e 50 anni, colpevoli di aver dato vita ad un traffico di eroina, cocaina e hashish tra Viareggio e Pietrasanta, organizzando anche consegne a domicilio, adeguandosi al periodo di lockdown per andare incontro ai clienti.

Nel corso delle perquisizioni, è avvenuto l’arresto del 46enne italiano che si trovava in una delle abitazioni sotto esame, in possesso di 8 grammi di sostanza stupefacente risultata positiva al narcotest per l’eroina e di un bilancino di precisione. Sarà giudicato domani per  direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.