Novellame, nei guai pescatori di frodo foto

Beccati durante i controlli della capitaneria di porto

Durante questa settimana la Capitaneria di porto di Viareggio ha condotto una mirata attività di vigilanza per la repressione della pesca illegale del novellame di anguilla lungo le acque marittime portuali del Canale Burlamacca.

L’attività è stata finalizzata alla salvaguardia delle risorse ittiche ed alla tutela dei consumatori finali, particolarmente esposti al rischio di acquistare prodotti ittici privi delle necessarie informazioni sulla provenienza o non idonei al consumo umano.

Infatti è notoriamente diffuso, in questo periodo dell’anno, il fenomeno della pesca illegale nel porto di Viareggio (ed in particolare nel canale Burlamacca, emissario del lago Massaciuccoli) della specie anguilla anguilla, conosciuta come “anguilla ceca sottomisura”, la cui cattura è severamente vietata in ogni periodo dell’anno.

Personale e mezzi sono stati impiegati a terra in ambito portuale, dove è stata rilevata la presenza di alcuni pescatori di frodo intenti in attività di pesca delle cosiddette anguille ceche mediante l’utilizzo di utilizzo di attrezzi sportivi non conformi alla legge.

A conclusione delle attività ispettive i militari della guardia costiera viareggina hanno proceduto al sequestro sia delle attrezzature da pesca che del prodotto ittico: il novellame, ancora vivo e vitale, è stato rigettato in mare come previsto in questi casi dalla normativa vigente.

Le attività di vigilanza per la prevenzione e la repressione degli illeciti in materia di pesca sono condotte dalla Guardia Costiera in dipendenza funzionale dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e proseguiranno sull’intera filiera ittica eseguendo mirati controlli a tutela del consumatore finale al fine di evitare la commercializzazione dei prodotti ittici di dubbia provenienza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.