Anziano trovato morto in un dirupo a Tereglio

La salma recuperata dal Sast e dai vigili del fuoco

Non rispondeva al telefono di casa da ieri sera, ma soltanto questa mattina (18 febbraio) la sorella ha deciso di contattare la vicina del fratello allarmata perché era come sparito nel nulla. La donna, allora, ha provato inutilmente a suonare al campanello di casa dell’anziano, poi si è diretta sulla strada tra Tereglio e Vitiana, dove nei pressi del cimitero era solito recarsi il pensionato.

Sul selciato è stato trovato il suo cappellino di lana: il corpo dell’81enne, L. M. le sue iniziali, era venti metri al di sotto della strada, in un dirupo, nascosto tra i rovi. L’allarme a vigili del fuoco e soccorso alpino è stato dato dai familiari poco dopo le 9 di stamani.

Per l’anziano tuttavia non c’era più niente da fare: quando è stato raggiunto dai soccorritori era già morto. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Coreglia intervenuti sul posto, l’anziano, come faceva spesso, si era recato in quel luogo per raccogliere legna da ardere. Mentre stava cercando di tagliare un piccolo tronco, però è scivolato nella scarpata, forse a seguito di un malore.

Qui lo hanno ritrovato i soccorritori, di fronte agli occhi della sorella che nel frattempo era accorsa sul posto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.