Smantellata a Viareggio baraccopoli abusiva: denunciato il proprietario dell’area foto

Un 74enne italiano 'ospitava' 12 cittadini di origine extracomunitaria in container e roulotte senza fogne e con allacci abusivi

Smantellata una baraccopoli a Viareggio, denunciato il proprietario dell’area: faceva pagare un affitto fra i 100 e i 400 euro per alloggiare in container e roulotte senza fogne e con allacci abusivi.

Nel gennaio scorso, durante un’attività antidroga, i carabinieri hanno trovato un terreno privato in via della Resistenza a Viareggio, occupato da diverse baracche, container e roulotte con all’interno alcune persone, tutte di origine extracomunitaria.

Dopo alcuni accertamenti preliminari, ieri mattina (17 febbraio) è scattato il blitz dei carabinieri, assieme alla polizia municipale di Viareggio ed al personale dell’Asl. La maxioperazione interforze ha consentito di scoprire e smantellare l’intera area occupata da numerosi manufatti precari realizzati con materiali di recupero, container e roulotte, tutti utilizzati come dimora, in precarie condizioni igienico sanitarie sia per accumulo di materiale vario sia per le scarse condizioni di staticità delle strutture.

Nel corso dell’operazione, sono stati identificati 12 soggetti, tutti maggiorenni, di cui due risultati irregolari sul territorio nazionale e sul conto dei quali sono in corso ulteriori accertamenti relativamente alla loro posizione.

Tutti i soggetti vivevano all’interno delle baracche e nei container, adibite ad abitazione, privi delle fogne e con allacci abusivi, tra rifiuti indifferenziati di ogni genere, anche pericolosi, sparsi su tutta l’area, e pagavano cifre tra i 100 e 400 euro di affitto.

L’attività ha consentito di contestare al proprietario del terreno, un 74enne italiano, il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, esercizio abusivo di discarica ed esercizio abusivo dell’attività di campeggio.

A suo carico, inoltre, sarà emessa un’ordinanza sindacale di bonifica e ripristino dello stato dei luoghi.

Sono tuttora in corso altri accertamenti da parte delle forze di polizia e dell’Asl per verificare il rispetto delle norme edilizie ed ulteriori violazioni alle norme di sicurezza impiantistiche ed igienico sanitarie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.