Quantcast

Sorpreso a spacciare in un parcheggio finisce in manette

Guai per un 59enne sorpreso dai carabinieri

E’ finito in manette dopo essere stato sorpreso a spacciare. Nei guai è finito Ammar Hamid, 59enne, di origini marocchine, già noto alle forze di polizia, pizzicato dai carabinieri di Querceta.

Ieri sera (2 marzo) intorno alle 21, durante un servizio di controllo del territorio, i militari dell’Arma hanno notato lo straniero all’interno della propria auto parcheggiato sulla via Aurelia sud in località Montiscendi e, poco dopo, hanno visto affiancarsi un’altra autovettura condotta da una donna.

Il movimento sospetto ha attirato l’attenzione dei militari che sono subito intervenuti per effettuare un controllo. Effettivamente, hanno rinvenuto per terra, vicino allo sportello dell’auto della donna, un involucro contenente 0,80 grammi di cocaina risultato poi appena acquistato dal marocchino.

A questo punto, accertato che lo straniero aveva appena ceduto la sostanza alla donna, i militari lo hanno sottoposto a perquisizione e all’interno della sua autovettura hanno scovato ulteriori 4 involucri di cocaina, per un peso complessivo di oltre 3 grammi, nascosti in una guarnizione dello sportello del veicolo, e di 80 euro in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Lo spacciatore quindi è stato dichiarato in arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero, trattenuto in caserma nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida che si è svolta questa mattina al tribunale di Lucca e si è conclusa con la richiesta dei termini a difesa e la sottoposizione del soggetto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria una volta al giorno.
La donna invece è stata segnalata alla competente Prefettura come assuntrice di sostanze stupefacenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.