Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Stretta anti Covid nel grossetano: controlli a tappeto nel fine settimana

Locali chiusi e persone sanzionate

Sretta anti Covid nel grossetanto dove i carabinieri, nel fine settimana hanno eseguito controlli a tappeto

Assembramenti, spostamenti non giustificati negli orari notturni, dispositivi non indossati: queste le principali motivazioni per cui i carabinieri hanno proceduto ad elevare numerose sanzioni, arrivando anche ad adottare dei provvedimenti di chiusura ad alcuni bar della provincia.

carabinieri grosseto

A Grosseto e comuni limitrofi sono state in tutto 13 le persone sanzionate. A queste si sono aggiunte due persone di nazionalità straniera, che nella notte appena trascorsa avevano ingaggiato una lite rumorosa, per strada, tale da destare l’attenzione dei residenti, i quali hanno richiesto l’intervento al 112. I due contendenti sono stati sanzionati perché fuori dall’abitazione in orario notturno. Non sono stati invece presi provvedimenti nei confronti degli esercizi di ristorazione, che si sono attenuti alle regole.

Nel territorio di Follonica sono state elevate 15 sanzioni e chiusi 3 bar: somministravano bevande all’interno del locale. In uno di questi, il bar aveva anche omesso di rispettare l’orario previsto per la chiusura serale.

Nel territorio di Pitigliano ed Amiata si è registrato un discreto flusso di persone, anche se ben minore rispetto alle settimane precedenti, complice anche il divieto di spostamento tra comuni: in questo contesto non sono mancate le ormai consuete persone sorprese nella zona delle terme di Saturnia, non residenti in zona e senza un giustificato motivo per potervi rimanere. Le irregolarità sono state rilevate nei comuni di Pitigliano, Saturnia, Arcidosso e Castel del Piano, per un totale di 24 sanzioni accertate.

carabinieri grosseto

Complessivamente, nell’arco del fine settimana sono state controllate oltre 420 persone e 350 veicoli. Le verifiche sul rispetto delle norme di contenimento della pandemia restano assidui, attesa l’ondata di contagi che ha interessato tutta Italia e non ha fatto eccezione per la Maremma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.