Quantcast

Vaccino AstraZeneca, Ema: “I benefici superano i rischi”

L’Agenzia europea del farmaco ha aggiornato le sue indicazioni sul prodotto anglo-svedese

“I benefici superano i rischi”. È quanto rifersice Ema in una nota in merito alla valutazione del vaccino AstraZeneca.

Gli eventi di trombosi cerebrale sono effetti collaterali molto rari –  spiega l’agenzia europea del farmaco -, gli operatori sanitari e lr persone che ricevono il vaccino devono essere consapevoli della possibilità che casi molto rari di coaguli di sangue combinati con bassi livelli di piastrine nel sangue si verifichino entro due settimane dalla vaccinazione. Finora, la maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne di età inferiore a 60 anni entro due settimane dalla vaccinazione. Sulla base delle prove attualmente disponibili, i fattori di rischio specifici non sono stati confermati”.

“Nel giungere alla sua conclusione – si legge nella nota – il comitato ha preso in considerazione tutte le prove attualmente disponibili, compreso il parere di un gruppo di esperti”

“Il vaccino è efficace nella prevenzione del Covid-19 e nella riduzione dei ricoveri e dei decessi – precisa Ema -, non ci sono rischi generalizzati nella somministrazione del vaccino, quindi non abbiamo ritenuto necessario raccomandare misure specifiche per ridurre il rischio”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.