Quantcast

Coronavirus, record di decessi in provincia di Lucca: 10 morti. Altri 113 positivi in 24 ore

Tornano a salire anche i contagi a livello regionale

Un drammatico record: sono 10 i decessi comunicati oggi (9 aprile) dall’Asl per la provincia di Lucca. Sono in lieve aumento anche i casi positivi al coronavirus rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore ci sono state altre 113 diagnosi.

Nel dettaglio i nuovi casi nella Piana di Lucca sono 35 (Altopascio 3, Capannori 14, Lucca 18; tamponi eseguiti: 407 tamponi molecolari e 30 test rapidi), a fronte di 67 guarigioni. Le vaccinazioni complessivamente effettuate sono: 22.464 prime dosi e 9.046 seconde dosi. La percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose è del 51,5%.

In Valle del Serchio ci sono 23 nuovi casi positivi (Bagni di Lucca 1, Barga 2, Borgo a Mozzano 5, Camporgiano 1, Castelnuovo di Garfagnana 2, Castiglione di Garfagnana 3, Coreglia Antelminelli 2, Fabbriche di Vergemoli 1, Gallicano 4, Piazza al Serchio 2). In questa zona i tamponi eseguiti sono stati 279 e 25 test rapidi. Il numero delle guarigioni è 8 (vaccinazioni complessivamente effettuate: 7.480 prime dosi e 2.758 seconde dosi; la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose: 61%).

Sono invece 55 i nuovi contagi in Versilia (Camaiore 16, Massarosa 6, Pietrasanta 7, Seravezza 5, Stazzema 4, Viareggio 17; tamponi eseguiti: 354 tamponi molecolari e 124 test rapidi; numero di guarigioni: 48; vaccinazioni complessivamente effettuate: 23.707 prime dosi e 8.427 seconde dosi; la percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose 50,1%).

Pesante il bilancio dei morti, in totale 10. Si tratta di un uomo di 83 anni, una donna di 85 anni, un uomo di 60 anni, un uomo di 89 anni dell’ambito di Lucca. In Versilia sono deceduti un uomo di 76 anni, uomo di 90, uomo di 68, donna di 89, uomo di 51 e uomo di 83 dell’ambito della Versilia.

Sono 1.309 in più i casi di positività rilevati In Toscana rispetto a ieri, un dato che porta a 206.809 i casi totali di positività al Coronavirus. Di questi nuovi casi 1.277 sono stati confermati con tampone molecolare e 32 da test rapido antigenico. I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 173.045 (83,7% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.031 tamponi molecolari e 11.063 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5% è risultato positivo. Sono invece 9.095 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,4% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 28.160, -0,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.988 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 284 in terapia intensiva (1 in meno). Sono 33 i nuovi decessi: 20 uomini e 13 donne con un’età media di 79 anni.

Questi i dati – accertati alle 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 1.309 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 16% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 16% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.277 confermati con tampone molecolare e 32 da test rapido antigenico). Sono 56.225 i casi complessivi ad oggi a Firenze (400 in più rispetto a ieri), 18.450 a Prato (158 in più), 19.453 a Pistoia (151 in più), 11.840 a Massa Carrara (58 in più), 21.576 a Lucca (113 in più), 25.667 a Pisa (117 in più), 15.341 a Livorno (94 in più), 18.992 ad Arezzo (102 in più), 11.321 a Siena (85 in più), 7.389 a Grosseto (31 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 744 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 347 nella Nord Ovest, 218 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13esimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 5.601 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 6.233, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 7.177 casi per 100 mila abitanti, Pistoia con 6.669, Massa Carrara con 6.177, la più bassa Grosseto con 3.363.
Complessivamente, 26.172 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (39 in meno rispetto a ieri, meno 0,1%).
Sono 31.137 (1.129 in meno rispetto a ieri, meno 3,5%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 11.792, Nord Ovest 12.689, Sud Est 6.656).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.988 (4 in meno rispetto a ieri, meno 0,2%), 284 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 0,4%).

Le persone complessivamente guarite sono 173.045 (1.319 in più rispetto a ieri, più 0,8%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 173.045 (1.319 in più rispetto a ieri, più 0,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Dei 33 nuovi decessi, 6 sono a Firenze, 5 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 10 a Lucca, 3 a Pisa, 1 a Livorno, 3 a Arezzo, 2 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana.

Sono 5.604 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.772 a Firenze, 445 a Prato, 492 a Pistoia, 497 a Massa Carrara, 565 a Lucca, 612 a Pisa, 370 a Livorno, 375 ad Arezzo, 254 a Siena, 145 a Grosseto, 77 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 151,8 per 100.000 residenti, contro il 189,2 per 100.000 della media italiana (13° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (259,3 per 100 mila), Firenze (178,0) e Prato (173,1), il più basso a Grosseto (66).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.