Quantcast

Pineta sicura, beccato a vendere cocaina e arrestato: blitz dell’arma nel parco di Viareggio

Condannato a 1 mese e 10 giorni, pena sospesa, con l'obbligo di firma tutti i giorni

Nuovo blitz anti droga dei carabinieri di Viareggio in pineta di ponente, con controlli e perquisizioni che hanno portato all’arresto di uno spacciatore

Operazione pineta sicura è l’attività che hanno avviato da alcuni giorni  i militari della compagnia di Viareggio al comando del maggiore Edoardo Cetola, al fine di prevenire e reprimere le attività di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno dell’area del parco e che prevede, mediante l’impiego di diverse pattuglie sia in uniforme che in abiti civili, quotidiani controlli e perquisizioni a possibili spacciatori ed acquirenti ed un’intensa vigilanza dei punti più sensibili al fenomeno dello spaccio di droghe.

In tale contesto, nel tardo pomeriggio di ieri (9 aprile), i carabinieri hanno arrestato in flagranza un  34enne del Marocco sorpreso mentre cedeva una dose di cocaina ad un cliente.

Lo spacciatore era stato notato da alcuni militari in abiti civili mentre si muoveva con fare sospetto in un punto isolato della pineta. Poco dopo il sospetto è risultato fondato, tanto che, dopo averlo seguito a distanza, i carabinieri hanno notato l’uomo mentre cedeva un involucro ad un cliente che gli si era appena avvicinato e, dunque, sono subito intervenuti bloccandoli entrambi.

carabinieri in pineta a Viareggio

Nell’involucro effettivamente è stata trovata una dose di cocaina e il pusher, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di quasi 200 euro in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Al termine del controllo, quindi, l’acquirente è stato segnalato alla prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente mentre il pusher è stato arrestato e trattenuto in caserma presso le camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta questa mattina (10 aprile). Il giudice lo ha condannato a 1 mese e 10 giorni, pena sospesa con obbligo di firma in caserma tutti i giorni-

Nell’ambito dello stesso servizio, altre due persone di 20 e 23 anni sono state trovate in possesso di una dose ciascuno di hashish e sono state segnalate alla prefettura di competenza quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Intanto i carabinieri mantengono alta l’attenzione al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e proseguiranno anche nei prossimi giorni l’operazione pineta sicura al fine di contrastare con incisività queste illecite attività anche a tutela dei giovani ragazzi che, solitamente più sensibili, purtroppo spesso vengono facilmente coinvolti in questo fenomeno, ignari delle gravi conseguenze che ne possono derivare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.