Quantcast

Si stringe il cerchio attorno al killer di Elena: inquirenti vicini alla soluzione del giallo

La polizia segue una pista concreta, nelle prossime ore si affida l'autopsia sul cadavere della 32enne di Lucca

Si stringe il cerchio attorno al killer di Elena Raluca Serban. Gli inquirenti hanno una pista precisa, e sono ore frenetiche alla questura di Aosta, dove la squadra mobile è vicina alla soluzione del giallo. Fin dalle prime ore dalla scoperta del cadavere della 32enne di origini rumene ma residente a Lucca gli investigatori si sono fatti un’idea precisa e hanno concentrato l’attenzione nel mondo delle escort.

Hanno cercato di ricostruire le ultime visite all’appartamento di via dei Partigiani dove domenica mattina (18 aprile) era stato trovato il cadavere di Elena, la cui famiglia vive ancora a Lucca. Le prime risposte alle domande degli inquirenti sarebbero arrivate infatti dall’esame dei video delle telecamere di videosorveglianza della zona in cui si trova l’alloggio che la 32enne aveva preso in affitto da appena tre settimane.

Il killer – è la ricostruzione fatta finora dalla polizia – dopo averla accoltellata con un solo colpo alla gola, si sarebbe allontanato dall’appartamento portandosi via il cellulare e il tablet della vittima, forse per cancellare le tracce che avrebbero potuto facilmente portare gli inquirenti alla sua identificazione.

Ma gli agenti hanno passato al setaccio i profili social della ragazza, cercando di ricostruire contatti e conoscenze, soprattutto relative alla nuova vita della ragazza ad Aosta. Nel frattempo è stato rintracciato anche il fidanzato della donna, anche lui originario della Romania dove attualmente si trova. Sono ore frenetiche per gli investigatori che sono convinti di avere una pista “molto concreta”.

Ad Aosta fin dalla mattina di domenica si era recata la sorella della vittima, Aleksandra, in compagnia della mamma Mariana. Era stata lei a dare l’allarme alle forze dell’ordine preoccupata perché la sorella non le rispondeva da qualche ora al telefono.

Intanto, altre risposte utili alle indagini potranno giungere dall’autopsia che sarà affidata dal pm nelle prossime ore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.