Quantcast

Garfagnana in lutto, morto il musicista Pietro Paolo Mannelli

Il cordoglio del sindaco Tagliasacchi: "Un uomo di straordinaria cultura musicale e apprezzato sia a livello nazionale che internazionale"

Un altro lutto che colpisce la comunità garfagnina. Castelnuovo e tutta la Valle del Serchio piangono il maestro Pietro Paolo Mannelli, morto all’età di 84 anni. Popi, così come veniva chiamato, era un apprezzato musicista: insegnava nelle scuole e per anni è stato un componente della Filarmonica Giuseppe Verdi di Castelnuovo di Garfagnana

Il cordoglio del sindaco Andrea Tagliasacchi: “È con profondo dolore che ho appreso della scomparsa del maestro Pietro Paolo Mannelli. Uomo di straordinaria cultura musicale e stimatissimo musicista, apprezzato sia a livello nazionale che internazionale. Sempre pronto a mettere la sua professionalità e il suo talento a disposizione della comunità è stato per anni componente della Filarmonica Giuseppe Verdi di Castelnuovo di Garfagnana. Tutte le volte che ho avuto il piacere di incontrarlo sono sempre stato colpito dalla sua competenza e allo stesso tempo da una grande umiltà. Alla moglie e a tutta la sua famiglia vanno le mie più sentite condoglianze”.

Il ricordo di Francolino Bondi: “A nome del consiglio comunale di Castelnuovo di Garfagnana e mio personale, esprimo il fortissimo dispiacere per la scomparsa del professore Pietro Paolo Mannelli, musicista e docente di indiscusso valore, conosciuto e apprezzato nella nostra città e in tutta la Lucchesia. Un grande castelnuovese che, dopo aver calcato con il suo inseparabile sax i più noti palcoscenici italiani e stranieri, era rientrato nella sua terra natia per dedicarsi all’insegnamento della musica in varie scuole del territorio. Il Popi, così in modo affettuoso lo chiamavano gli amici, era persona straordinariamente colta, arguta e gentile, sempre pronta e disponibile alla collaborazione delle iniziative culturali e artistiche promosse dal nostro Comune,molto benvoluto e stimatissimo anche dalla Filarmonica Giuseppe Verdi di cui fu prezioso e indimenticabile componente e animatore. La scomparsa del professore Mannelli lascia un grande vuoto e tanto rimpianto nella nostra comunità che adesso si sente assai più povera e più triste”.

Anche la Filarmonica Giuseppe Verdi “partecipa al dolore della famiglia Mannelli piangendo la scomparsa del Maestro Popi (Pietro Paolo), amato musicista del corpo musicale. Il ricordo della sua anima meravigliosa e gentile resterà per sempre nei nostri cuori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.