Quantcast

Bar e ristoranti, via alle riaperture nella zona gialla con tanta voglia di normalità fotogallery

I tavolini all'esterno dei locali hanno iniziato a ripopolarsi con ordine e senza criticità. Dubbi su asporto e coprifuoco alle 22

Avanti, con cautela e attenzione. Ma intanto si è ripartiti. Un po’ ovunque da questa mattina (26 aprile) i tavolini di bar e ristoranti si sono popolati. Di gente cui mancava il sapore del caffè in tazzina, che non ne poteva più del pranzo e della cena da asporto.

In maniera ordinata e con il rispetto delle normative il centro storico e la periferia hanno salutato le nuove regole per la zona gialla. Al massimo in 4 per tavolo, salvo se conviventi, con mascherina da indossare fino al tavolo e igienizzazione, la normalità si rinizia a vedere.

Qualche dubbio resta sull’interpretazione della norma per l’asporto, che permette di vendere dopo le 18 solo a chi è seduto al tavolino e non di comprare da bere ‘di passaggio’. Dubbi anche sull’orario del coprifuoco, che resta stabilito alle 22 e che ha anticipato qualche abitudine degli orari di cena.

Ma nel complesso tutto si è svolto nel migliore dei modi. E soprattutto con la soddisfazione di clienti, baristi e ristoratori. Non è ancora il post-pandemia, ma si inizia a vedere una luce alla fine di 14 mesi di tunnel.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.