Quantcast

Spaccio e furti, tre arresti della squadra mobile

Il primo è scattato alla stazione dopo che alcuni passanti lo avevano notato cedere qualcosa ad un gruppo di persone

E’ stato arrestato dopo che alcuni passanti lo avevano visto indugiare davanti alla stazione di Lucca dopo essere sceso da un treno proveniente da Pisa e cedere qualcosa ad un gruppo di persone che lo avevano raggiunto. Gli uomini della squadra mobile non hanno trovato droga ma hanno fatto scattare le manette perché il 23enne Ahmen Talbi aveva violato un precedente decreto di espulsione.

L’estate scorsa, infatti, irregolare per la legge sull’immigrazione, era stato condotto all’aeroporto di Palermo e imbarcato per la Tunisia. Essendo rientrato in Italia illegalmente, ieri pomeriggio è stato dunque tratto in arresto e condotto negli uffici della squadra mobile.

Qui gli investigatori hanno scoperto che il giovane era anche destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Lucca, in forza del quale dovrà scontare la pena di 3 anni di reclusione per reati in materia di stupefacenti.

Nei giorni scorsi, sempre la Squadra Mobile ha arrestato e sottoposto alla pena definitiva della detenzione domiciliare una ragazza di 26 anni, con diversi pregiudizi di polizia e condanne definitive per reati di furto aggravato, rapina ed abbandono di minori, il tutto nel periodo compreso tra il 2013 ed il 2016, per i quali dovrà scontare in casa la pena residua di tre anni di reclusione.

Risale invece a due giorni fa l’arresto, con sottoposizione alla detenzione domiciliare, di un uomo di 60 anni, domiciliato a Lucca, di origini tunisine. L’uomo dovrà scontare a casa la pena di un anno e sei mesi di reclusione, cumulo di due condanne: la prima, per un furto aggravato consumato nel 2011 in danno di un bar di Lucca, la seconda per atti persecutori in danno di una conoscente, risalenti al 2013. L’uomo lavorava come badante di un anziano che lo ha denunciato per sottrazione di denaro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.