Quantcast

Bimbo nato morto in ospedale, assolta la ginecologa

Sentenza definitiva della Cassazione che ha ribaltato la decisione del gup di Lucca

Assolta in via definitiva ginecologa dell’ospedale dall’accusa di omicidio colposo aggravato per colpa medica. La dottoressa era stata condannata in primo grado in sede di abbreviato dal gup del tribunale lucchese a un anno di reclusione e 25mila euro di provvisionale per ciascun genitore di un bimbo nato morto al nosocomio Campo di Marte alcuni anni fa.

La corte d’Appello di Firenze aveva successivamente assolto la donna, perché il fatto non sussiste, ma i coniugi avevano proposto ricorso per Cassazione. Gli ermellini hanno ritenuto che, nel caso di specie, non vi siano stati segnali di allarme che facessero quanto meno sospettare una sofferenza del feto e che la lettura dei tracciati effettuata dall’imputata è stata conforme alla linee-guida vigenti all’epoca, escludendo ogni colpa nella sua condotta, anche lieve, “avendo ella tenuta una condotta corretta alla luce degli elementi conoscitivi ed in particolare strumentali di cui disponeva”.

Con queste motivazioni la dottoressa è stata dunque assolta definitivamente anche dalla suprema corte di Cassazione. La Corte di Appello di Firenze aveva disposto l’effettuazione di una perizia collegiale e i periti, dopo il deposito della loro relazione scritta, avevano esposto e discusso alla presenza delle parti e del consulente della pubblica accusa che avevano ribadito le proprie conclusioni contestando quelle raggiunte dai periti nominati in primo grado. I fatti risalgono al 2 maggio 2013 e tutto ruotava intorno alla lettura tracciati cardiotocografici nelle ore precedenti il parto: per la procura passarono troppi minuti dall’interruzione del parto naturale all’espletamento del taglio cesareo nonostante i tracciati evidenziassero da diversi minuti una sofferenza del feto. Ieri (4 maggio) il deposito della sentenza di assoluzione definitiva per la ginecologa lucchese da parte della Cassazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.