Quantcast

Muore dopo oltre un mese dall’incidente sul cavalcavia a Viareggio: era ricoverato a Cisanello

Il titolare del noto bar Shelley non ce l'ha fatta: dopo la caduta si era procurato un trauma cranico

Non ce l’ha fatta. A oltre un mese dall’incidente avvenuto lo scorso 18 aprile sul cavalcavia di Torre Matilde Fausto Pezzini è morto, dopo un lungo ricovero all’ospedale di Cisanello

Scontro in motorino con un’auto, è grave

L’uomo, 55 anni, storico titolare del Caffè Shelley, quella sera, aveva tamponato un’auto mentre era in sella al suo scooter ed era stato ricoverato in prognosi riservata. 

Era un sabato sera, e verso le 22,30 l’uomo stava rincasando dopo una giornata di lavoro al suo locale. Sul posto erano intervenuti gli agenti della Municipale per i rilievi. O un malore, o una distrazione, o forse un colpo di sonno, lo avevano fatto sbandare. Sull’asfalto, infatti, non furono ritrovati segni di frenata.

Cadendo a terra Fausto Pezzini aveva sbattuto la testa, procurandosi un trauma cranico. Vista la gravità fu deciso di portarlo in codice rosso a Cisanello. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.