Quantcast

Polizia municipale, due pattuglie al giorno impegnate nei controlli anti-Covid: la pandemia fa crollare le multe foto

In picchiata gli accessi irregolari in Ztl e le multe per le violazioni delle norme del codice della strada. Diminuiti gli incidenti nelle strade con i nuovi autovelox, torna 'Estate sicura'

738 servizi effettuati e 1478 agenti impiegati nei controlli anti Covid da marzo a dicembre 2020. Un anno segnato dalla pandemia anche per chi ha lavorato ininterrottamente a garantire l’ordine pubblico, la polizia municipale che oggi (7 giugno) festeggia il 170esimo anniversario della sua fondazione.

Polizia Municipale festa del corpo chiesa di San Paolino

Nell’occasione questa mattina (7 giugno), dopo la celebrazione della santa messa nella chiesa di San Paolino, la neoassessora con delega alla sicurezza Valentina Simi e il comandante Maurizio Prina hanno presentato numeri e risultati ottenuti dal corpo nel 2020 a palazzo Orsetti. “Abbiamo scelto una cerimonia riservata nell’ottica della moderazione dei toni, per rispetto verso tutti i cittadini che hanno vissuto e continuano a vivere momenti di sofferenza a causa della pandemia – spiega la neoassessora alla sicurezza – Pandemia che ha segnato quest’anno nel nome del cambiamento. Tuttavia, la polizia ha saputo calibrare bene i suoi interventi: gli agenti della municipale hanno profuso il loro impegno concentrandosi sui controlli relativi alle norme e divieti introdotti dai vari decreti governativi che si sono susseguiti nel corso del tempo”.

Maurizio Prina Valentina Simi polizia municipale sicurezza

“Si è trattato – continua Valentina Simi – di un impegno straordinario, che ha portato il corpo a ridisegnare i propri obbiettivi e le proprie priorità per tutto il 2020 sulla base delle diverse fasi dell’emergenza vissuta e non ancora del tutto superata. Per questo invito tutti a mantenere un profilo di auto responsabilità contro il contagio, e ringrazio tutte le donne e gli uomini che nei lunghi mesi trascorsi sono rimasti in prima linea nel far rispettare le normative anti-Covid contribuendo a garantire, assieme alle altre forze di polizia, la sicurezza di tutti i cittadini”.

Sicurezza e prevenzione sono infatti le basi dell’attività svolta dalla municipale nel 2020: “La parola chiave è prevenzione – sottolinea Valentina Simi – Il progetto da portare avanti anche nel futuro è prima di tutto educativo, con l’aiuto della polizia di prossimità attenta alle esigenze e alle criticità dei cittadini anche nelle frazioni, e puntando sull’attività di videosorveglianza”.

Attività intensificata nell’ultimo anno, con l’installazione di 70 telecamere  in più rispetto al precedente, e 3 fototrappole che si attivano con il sensore direttamente collegato con il pc del personale. “Dispositivi di grande ausilio alle forze dell’ordine – spiega il comandante della polizia municipale Maurizio Prina – oltre che per la prevenzione di molti reati e per individuare i furbetti, anche in vista dei prossimi eventi e manifestazioni”.

Manifestazioni bloccate dall’andamento della pandemia, “Un lungo periodo di emergenza sanitaria – ha aggiunto il comandante della polizia municipale – durante cui ogni appartenente al corpo si è dimostrato disponibile, partecipativo e propositivo, anteponendo sempre i bisogni della comunità a quelli personali e, anche in situazioni particolarmente delicate e cariche di tensione, si è contraddistinto per professionalità e per cortesia. Ringrazio tutti i colleghi che hanno lavorato in questo momento di criticità, in particolare per lo spirito di sacrificio e abnegazione con cui hanno dato l’anima per contenere il contagio. Infatti – spiega – lo sforzo organizzativo è stato notevole: oltre a rispettare i protocolli aziendali e a sanificare i veicoli, le pattuglie hanno lavorato a coppie per permettere, in caso di contagiati fra loro, l’ordinario proseguimento dell’attività della municipale. Contagiati – prosegue – che si sono purtroppo verificati, per un totale di 9 nel 2020, e una ventina di contatti stretti entrati si conseguenza in quarantena”.

“Nonostante il Covid, non sono stati trascurati tutti gli altri servizi, anche se è stato necessario ricalibrarli adattando la nostra azione ai diversi contesti via via delineati dalle norme introdotte per contenere i contagi – spiega il comandante – come il rispetto delle limitazioni di spostamento imposte durante il periodo del lockdown totale. Dal 9 marzo al 4 maggio 2020 sono state impegnate una media di 5 pattuglie al giorno nei controlli mentre dal mese di maggio a dicembre ogni giorno almeno 2 pattuglie sono state utilizzate in controlli per il rispetto delle disposizioni anti-contagio nell’ambito del trasporto pubblico e delle attività commerciali. Con un totale di 738 servizi e 1478 agenti impiegati”.

Le disposizioni anticontagio non hanno tuttavia impedito il proseguimento dell’ordinaria attività di controllo sui veicoli, realizzato dalla centrale operativa di comando con la gestione delle segnalazioni dei cittadini e le circa 200 telecamere di videosorveglianza dislocate sul territorio comunale, compresi gli accessi alla Ztl. In prossimità dei quali sono stati accertati 18624 accessi irregolarivalore decisamente inferiore a quello dell’anno precedente (52296) poiché nel corso del 2020 la zona a traffico limitato è stata a tratti sospesa totalmente e a tratti in corrispondenza di fasce orarie giornaliere.

Decisamente inferiore anche il numero delle sanzioni per il mancato rispetto del codice della strada: sono state 45225 nel 2020 a fronte delle 94341 del 2019. “Circa la metà del dato normale – spiega il comandante – Mediamente le sanzioni raggiungono i 5 milioni di euro, mentre l’anno scorso la manovra comunale di metà anno ha fatto emergere un dato equivalente a circa la metà”.

Rilevante è anche il risultato dell’installazione di 5 nuovi autovelox nell’anno 2020: “Il primo bilancio al 31 dicembre rispetto ai tre mesi di ottobre, novembre e dicembre è molto positivo. In quelle cinque strade comunali, oltre a qualche casuale e occasionale controllo, l’incidentalità è diminuita di circa il 25%. Ovviamente tre mesi sono pochi, vediamo quest’anno di stimare sull’annualità quanto all’impatto rispetto alla riduzione di velocità. Stiamo inoltre cercando di portare avanti il progetto di altri 5 autovelox, sempre nell’ottica della sicurezza e della prevenzione stradale con il controllo dei limiti di velocità”.

Limiti di velocità superati in molti casi durante il 2020, con la registrazione di ben 275 sanzioni. Lunga anche la lista dei sinistri stradali sul territorio comunale e rilevati dalla Pm, con un numero di 470 di cui 2 mortali e 260 con feriti. Nonostante le varie proroghe governative, è inoltre significativo il numero di sanzioni elevate per il mancato rispetto delle scadenze delle revisioni (90) e della copertura assicurativa (61). Tante anche le sanzioni del nucleo viabilità e pronto intervento per il mancato utilizzo delle cinture (152), l’utilizzo alla guida dei telefoni cellulari (174). I verbali amministrativi relativi a violazioni di ordinanze, regolamenti comunali e Dpcm sono stati 1.247.

L’attività del nucleo di sicurezza urbana, invece, ha registrato 189 sanzioni complessive per violazioni all’apposito regolamento: fra queste, 45 multe per accattonaggio, 35 per atti contro la sicurezza, 21 per ammassamento di oggetti in aree private, 13 per decoro urbano, 12 per somministrazione di bevande e 11 per divieto di campeggio. “Continueremo come l’anno scorso a monitorare il fenomeno di somministrazione delle bevande alcoliche ai minori – afferma il comandante Prina – In particolare nel periodo estivo. Nel 2020 sono scattate alcune denunce penali”.

Un anno che ha visto anche l’adozione di 28 provvedimenti di allontanamento urbani, i Dacu. “Quando qualcuno commette una violazione di polizia urbana, come accattonaggio in centro storico, il bivacco e simili, si provvede a una ulteriore intimazione di non recarsi in quelle stesse zone entro 48 ore. Se l’ordine non viene rispettato, scatta il Dacu” spiega il comandante.

Sono stati inoltre effettuati 3 sequestri penali, redatte 14 notizie di reato ed elevate 59 sanzioni per violazioni ai vari Dpcm per il contenimento del Covid, 6 delle quali a rilevanza penale.

Un 2020 impegnativo anche per la polizia ambientale, con il controllo di 1417 esposti e l’aumento del 24,50% rispetto all’anno precedente delle aree video-sorvegliate, per un totale di 137 giornate di osservazioni tramite la videosorveglianza ambientale nel corso dell’anno. Sono state inoltre acquistate 3 nuove telecamere mobili per incrementare il controllo sul territorio e soprattutto per attuare l’attività dissuasiva relativa all’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Rimane sostanzialmente invariato rispetto allo scorso anno il trend dei controlli sul conferimento dei rifiuti e le discariche abusive.

Innovativo il progetto della polizia di prossimità istituito a novembre del 2019, che tuttavia ha subito anch’esso alcuni rallentamenti dovuti all’emergenza sanitaria e in particolare nel periodo di lockdown, quando il servizio si è limitato al solo controllo del territorio delle zone assegnate. “La polizia di prossimità è un progetto regionale su cui l’amministrazione ha investito tantissimo, con l’assunzione di cinque nuovi agenti. Hanno lavorato molto per il superamento dell’emergenza, portando avanti importanti obiettivi – spiega Maurizio Prina – che erano per il primo anno la gestione del 70% delle segnalazioni. Ce l’hanno fatta, addirittura, in tema di controllo del vicinato è stato somministrato un questionario di customer satisfaction che ha dato dei numeri molto interessanti, da cui si evince il notevole apprezzamento del servizio da parte delle comunità interessate (pari a 8,54 su 10 punti). La polizia di prossimità ha anche aperto un canale Instagram e Facebook per rendere trasparente l’attività della municipale e realizzare iniziative anche ad ampio raggio, intercettando le esigenze del cittadino”.

97 i controlli totali della polizia annonaria, a fronte dei 120 dell’anno precedente: dato, questo, da mettere in relazione al fatto che nel 2020 non hanno avuto luogo manifestazioni importanti come Lucca Summer Festival, Lucca Comics and Games e le fiere del settembre lucchese. Il nucleo di polizia edilizia ha gestito 190 attività concernenti l’anti-abusivismo edilizio, quello di polizia giudiziaria 102, tra notizie di reato e pratiche inerenti il codice rosa/rosso, aumentando al contempo il numero delle deleghe di indagine: 119 nel 2020 rispetto alle 90 del 2019. Il nucleo informazioni ha effettuato 660 notifiche ed ha consegnato 101 carte di identità a domicilio.

“Anche il nucleo di polizia commerciale – continua Prina – è stato intensamente impegnato, tanto da dover abbandonare la propria attività ordinaria. Si è registrato un totale 120 controlli e l’avvio del 99% degli esposti”.

“Continua anche quest’anno – conclude il comandante – il progetto estate sicura con l’intensificazione dei controlli nelle ore notturne fino alle 3, anche se in numero leggermente inferiore all’anno scorso e concentrati in particolare nel fine settimana. Sperando che la pandemia proceda positivamente, il progetto estate sicura prenderà avvio al massimo per l’inizio di luglio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.