Quantcast

L’Asl a Remaschi: “Il dottor Soldati? Ha deciso di confermare la cessazione del rapporto di lavoro”

L'azienda sanitaria: "Anche a lui è stata offerta l'opportunità di rimanere in servizio anche oltre il quarantesimo anno di attività"

Pensionamento del dottor Gino Soldati, dopo le dichiarazioni del sindaco di Coreglia, Marco Remaschi, arriva la replica dell’Asl.

Sanità, Remaschi: “In Valle situazione preoccupante. Il dottor Soldati? Andrà in pensione a luglio”

“Con delibera 497 del 20 maggio scorso – la risposta dell’Asl -, vista l’emergenza pandemica e la carenza di personale medico, la Asl ha ritenuto di autorizzare, per coloro che ne fanno domanda, il trattenimento in servizio anche oltre il quarantesimo anno di attività effettiva e fino ai settanta anni. Questa opportunità è stata offerta anche al dottor Soldati, il quale però, con una nota del 31 maggio, ha deciso di confermare la cessazione del rapporto di lavoro al 30 giugno“.

“La direzione – conclude la nota – ringrazia il professionista per il lavoro svolto in questi anni e ricorda che le prestazioni ecografiche sono comunque tutte garantite grazie al contributo dei colleghi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.