Quantcast

Impianta una protesi al nichel in una paziente allergica, chirurgo condannato a risarcire

Per la Corte dei Conti l'ortopedico non tenne conto delle indicazioni contenute nella cartella clinica della donna

Ha impiantato una protesi non nichel free ad una paziente allergica a quella sostanza e che, in seguito all’intervento eseguito nel reparto di traumatologia e ortopedia dell’ospedale di Lucca, ha sviluppato una reazione avversa nella paziente, una donna di 71 anni, originaria di Pistoia e residente a Forte dei Marmi: la signora ha iniziato entro pochi giorni dall’intervento di artroprotesi al ginocchio destro ad accusare forti dolori e a non riuscire a stare in posizione eretta. Dagli accertamenti sarebbe infatti emerso che le era stata impiantata una protesi, senza tener conto alle allergie indicate nella cartella clinica sequestrata dai carabinieri. Ora, dopo l’intervento risalente al 25 luglio 2013, la Corte dei Conti ha condannato il chirurgo che eseguì l’impianto al risarcimento, a favore dell’Asl Toscana nord ovest, dei 13mila euro di indennizzo per la donna.

Il caso è stato ricostruito davanti ai giudici contabili della Corte, dopo le accuse formulate dal procuratore generale.

Il medico in questione, assistito dagli avvocati Giovanni Lepri e Patrizio Pellegrini aveva sostenuto in sua difesa che la procura avrebbe errato nell’addebitargli l’intero importo del risarcimento corrisposto alla paziente in quanto non avrebbe tenuto conto del fatto che l’intolleranza della paziente al metallo fu registrata da un collega specialista che propose l’intervento e non da lui.

Nella check list di preparazione per l’intervento chirurgico, infatti, era stata segnalata soltanto una allergia al lattice e non al nichel. Tuttavia i professionisti sentiti dai carabinieri avevano confermato che dalla cartella clinica emergeva chiaramente l’intolleranza al metallo da parte della donna. Secondo l’ipotesi dell’accusa, tuttavia, non sarebbe stata consultata al momento dell’intervento, avvenuto basandosi soltanto sulla documentazione contenuta nel foglio di proposta di intervento.

(La foto è d’archivio e non riferita all’intervento)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.